Europa: Allegato VIII, pubblicato testo provvisorio del II emendamento

| Europa | Conformità GHS | Blogs
Pubblicato da: Selerant EHS

Allegato VIII: cosa comporta?

Europa: allegato VIII, pubblicato testo provvisorio del II emendamentoL’ articolo 45 del regolamento CLP prevede che gli importatori e gli utilizzatori a valle che immettono miscele pericolose sul mercato comunichino agli organi designati le informazioni utili in caso di risposta di emergenza sanitaria.

Il Regolamento 2017/542, che costituisce l’Allegato VIII del CLP, è stato pubblicato con lo scopo di armonizzare il tipo ed il formato di queste informazioni a livello europeo.

La Commissione Europea ha pubblicato il 10 Gennaio il Regolamento 2020/11, che va ad aggiornare l’Allegato VIII, ma è già previsto un secondo aggiornamento la cui pubblicazione si attende per la seconda metà del 2020. Tuttavia, lo scorso 14 Maggio è stato pubblicato il testo provvisorio di questo secondo emendamento.

Le soluzioni proposte come testo provvisorio

In base agli studi di fattibilità condotti da ECHA in collaborazione con le associazioni di categoria, sono state identificate tre problematiche principali per quanto riguarda il rispetto dei criteri dell’ Allegato VIII per alcuni specifici settori industriali:

  • Materie prime di cui non è disponibile la composizione completa (MiM) provenienti da fornitori differenti
  • Materie prime di origine naturale utilizzate nei settori petrolifero e di produzione di cemento, gesso o calcestruzzo e l’elevata variabilità nelle composizione delle stesse.
  • Problematica dei tintometri e dell’elevato numero di notifiche necessarie a coprire tutte le possibili combinazioni tra tinta base e una o più tinte.

Queste problematiche sono state affrontate proponendo,rispettivamente, le seguenti soluzioni, ancora in corso di discussione:

  • Introduzione del concetto di ICG (Componenti Intercambiabili), identificando genericamente le materie prime simili provenienti da fornitori differenti
  • Definizione di “formule standard”, ovvero di alcune composizioni rappresentative delle caratteristiche delle materie prime di origine naturale a cui si potrà fare riferimento nella notifica
  • Deviazione dai criteri di notifica standard indicando in etichetta il codice UFI della tinta base e riportanto i codici UFI delle tinte presenti nella miscela finale.

Il testo provvisorio è attualmente in fase di consultazione pubblica. Selerant sta prestando molta attenzione all’evolversi della situazione normativa e vi terrà aggiornati riguardo ogni novità a tal proposito.

Clicca qui per conoscere la soluzione Selerant all’ Allegato VIII.

Per visionare il Reg. (UE) 2017/542 (Allegato VIII al CLP) e il testo provvisorio dell’aggiornamento, potete utilizzare i seguenti link:

Newsletter 132