Nuove proposte di Sostanze estremamente preoccupanti (SVHC)

Nuove proposte di Sostanze estremamente preoccupanti (SVHC)

| Regulatory | Conformità GHS | Blogs
Pubblicato da: Selerant EHS

substances-svhc


In cosa consiste l’identificazione delle sostanze SVHC?

L'ECHA, su richiesta della Commissione europea, o uno Stato membro può proporre una sostanza da identificare come sostanza estremamente preoccupante (SVHC). Se questa proposta viene accettata, la sostanza viene aggiunta all'elenco delle sostanze candidate, ai fini della sua eventuale inclusione nell'elenco delle sostanze soggette ad autorizzazione (REACH, Allegato XIV). L'inclusione di una sostanza nell'elenco delle sostanze candidate crea obblighi giuridici per le aziende che fabbricano, importano o utilizzano queste sostanze come tali, in preparati o in articoli.

Perché una sostanza possa venire valutata come possibile SVHC, è necessario che chi sottopone tale richiesta prepari un apposito fascicolo. A seguito della presentazione del fascicolo, viene indetta una consultazione pubblica per le parti interessate che desiderano formulare osservazioni in merito alla proposta di identificazione come SVHC.

Le sostanze oggetto delle nuove proposte

Nello specifico, le seguenti sostanze sono oggetto delle nuove proposte:

  • Massa di reazione di 2,2,3,3,5,5,6,6-octafluoro-4-(1,1,1,2,3,3,3-eptafluoropropan-2-il)morfolina e 2,2,3,3,5,5,6,6-ottafluoro-4-(eptafluoropropril)morfolina (EC 473-390-7); la proposta, avanzata dal Belgio, è basata sulle proprietà intrinseche come vPvB (Articolo 57e)
  • Acido perfluoroeptanoico e i suoi sali; la proposta per questo gruppo di sostanze si basa su varie proprietà degli appartenenti al gruppo, come la tossicità per la riproduzione (Articolo 57c) o probabili gravi effetti per la salute umana (Article 57f)
  • Melammina (EC 203-615-4); la proposta per questa sostanza, utilizzata nei polimeri, resine e adesivi, è avanzata stata avanzata dalla Germania ed è basata sulla comprovata probabilità di effetti gravi per la salute umana o per l'ambiente (Articolo 57f)
  • Isobutil-4-idrossibenzoato (EC 224-208-8); la proposta per questa sostanza, utilizzata in prodotti di rivestimento, stucchi e intonaci, è stata avanzata dalla Danimarca ed è basata sulle proprietà di perturbazione endocrina (Articolo 57f)
  • Bis (2etilesil) tetrabromo ftalato (EC 247-426-5); la proposta per questa sostanza, utilizzata come ritardante di fiamma, è stata avanzata dalla Svezia ed è basata sulle proprietà intrinseche come vPvB (Articolo 57e)
  • Tetraossido di bario diboro (EC 237-222-4); la proposta per questa sostanza, utilizzata in vernici e rivestimenti, è stata avanzata dalla Svezia ed è basata sulla tossicità per la riproduzione (Articolo 57c)
  • 4,4’-solfonildifenolo (BPS) (EC 201-250-5); la proposta per questa sostanza, utilizzato nella produzione di carta, pasta di cellulosa e tessuti, è stata avanzata dal Belgio ed è basata sulle proprietà di perburbazione endocrina per la salute e per l’ambiente (Articolo 57f), oltre che sulla tossicità per la riproduzione (Articolo 47c)
  • 2,2’,6,6’-tetrabromo-4,4’-isopropilidendifenolo (TBBPA) (EC 201-236-9); la proposta per questa sostanza, utilizzata come ritardante di fiamma, è stata avanzata dalla Norvegia ed è basata sul potenziale cancerogeno (Articolo 57a)
  • 1,1'-[etan-1,2-diilbisossi]bis[2,4,6-tribromobenzene] (EC 253-692-3); la proposta, avanzata dalla Spagna, è incentrata sulle proprietà come vPvb (Articolo 57e)

Per maggiori informazioni sulle sostanze oggetto delle nuove proposte, sull’ elenco sostanze candidate e sull’elenco delle sostanze soggette ad autorizzazione, siete pregati di visitare i link seguenti: